Search
Wednesday 23 October 2019
  • :
  • :

Trentino Sport Days, tre giorni dedicati ai giovani

Si è aperta con un esercito di bambini alle prese con il Friday for Future la quarta edizione di Trentino Sport Days, la kermesse che ha richiamato a Riva del Garda migliaia di giovani appassionati di sport.
L’ottimo debutto registrato in occasione della giornata dedicata al Progetto di Alfabetizzazione Sportiva – sono stati 1.300 gli studenti trentini in visita – ha trovato conferma anche nel weekend grazie alla massiccia adesione delle federazioni, degli enti di promozione e delle società sportive del Coni di Trento.
Più di 50 stazioni sportive hanno animato la tre giorni che, con le new entry scherma, skateboarding, paintball e pesca a mosca, si appresta a diventare la più grande manifestazione sportiva indoor della provincia appena dopo aver consolidato il suo ruolo di fil rouge tra sport, scuola e famiglia. “Il punto di forza di Trentino Sport Days è la sua finalità formativa – ha commentato la responsabile area fiere di Riva del Garda Fierecongressi, Carla Costa –  Educando le nuove generazioni allo sport, si educano le famiglie e con loro l’intera società. È con questa convinzione che la manifestazione ha trattato negli anni alcuni temi di rilevanza sociale come la sicurezza e la disabilità in ambito sportivo ed è con lo stesso spirito che si appresta nel 2020 ad affrontare l’attualissimo topic dell’alimentazione”.

L’innata capacità di Trentino Sport Days di amplificare positivamente il dibattito che ruota attorno a un determinato argomento è stata testimoniata anche dal successo della terza edizione di Sport Libera Tutti. La premiazione dei ragazzi delle otto cooperative sociali del territorio che insieme ai tecnici della Fip (Federazione Italiana Pallacanestro) e della Fipav (Federazione Italiana Pallavolo) hanno partecipato a questo significativo percorso di sport e amicizia, ha infatti riscosso il consenso di tutto il pubblico presente.
Altro spunto trattato con attenzione durante questa edizione è stato quello della gestione delle emozioni per il raggiungimento di prestazioni sportive ottimali. Lo speech Scuola & Sport: The Inner Game proposto dalla psicologa dello sport Sara Landi agli studenti dei licei sportivi di Rovereto e Mezzolombardo e a quelli del liceo della montagna di Tione si è rivelato un’imperdibile occasione di sviluppo per l’intelligenza emotiva dei più giovani.