Search
Monday 8 August 2022
  • :
  • :

Coppa Davis, il sogno dell’Italia continua

L’Italtennis del capitano Filippo Volandri supera di slancio la Colombia e si qualifica per i quarti di finale della Coppa Davis di tennis dove avrà di fronte la Croazia.

Lorenzo Sonego ha portato il primo punto, rimontando Mejia, Jannik Sinner ha strapazzato Galan, rendendo inutile il doppio Fognini-Bolelli contro Cabal-Farah.

La sfida contro i colombiani era partita bene per i colori azzurri, ma che fatica nel primo match per Sonego, che aveva battuto con facilità lo statunitense Opelka. L’azzurro è stato costretto al terzo set per vincere in rimonta contro Nicolas Mejia. Sulla carta un match abbordabile, che l’avversario del tennista azzurro ha tenuto in vita sino a metà del secondo set, dopo aver vinto al tie-break il primo.

“Ero teso, poi mi sono sciolto e sono riuscito a portare a casa la partita”, ha detto il torinese, che ha passato il testimone al compagno Jannik Sinner per la sfida contro Daniel Elahi Galán. Partita difficile ben più del previsto per Sonego, che perde 7-5 al tie-break il primo set, iniziato con oltre tre ore di ritardo per la maratona tra Australia e Ungheria. Tanti gli errori dell’italiano, grande favorito della vigilia, che annullano i quasi 250 punti di differenza con l’avversario in classifica mondiale e lo costringono a una battaglia di oltre due ore e mezza. “Il mio avversario ha giocato ad un livello ben superiore alla sua classifica, può crescere davvero tanto”, è l’onore delle armi concesso a Mejia da Sonego, che ringrazia il pubblico di casa. “Mi piace giocare qui, grazie! Siete stati grandissimi – dice ai tifosi sugli spalti del Pala Alpitour a fine gara – Ora bisogna essere ancora più carichi”. Il punto decisivo per la squadra di capitan Volandri è arrivato da Sinner che ha superato nettamente Galán in due set, con il punteggio di 7-5, 6-0. Gli azzurri si sono così aggiudicati il Girone E, qualificandosi così per i quarti di finale del torneo. Sarà la Croazia l’avversaria dell’Italia: decisivo il successo in due set, 6-4 6,4, di Nino Serdarusic sull’ungherese Fabian Marozsan. Questa vittoria ha dato ai croati la certezza matematica del primo posto nel girone di cui fa parte anche l’Australia.