Search
Friday 1 March 2024
  • :
  • :

Tutti a bordo con la Lega Navale Italiana per la giornata internazionale delle persone con disabilità

La Lega Navale Italiana ha promosso una serie di iniziative sociali in occasione del 3 dicembre, giornata internazionale delle persone con disabilità, ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 1992. La giornata mira a promuovere la consapevolezza sulle questioni relative alle disabilità e l’impegno per il benessere e i diritti delle persone con disabilità, obiettivi che rientrano appieno nella missione istituzionale della Lega Navale Italiana, da sempre impegnata in favore dell’inclusione sociale e dell’avvicinamento al mare e alle acque interne per tutti, senza alcuna barriera.

L’associazione opera, infatti, su tutto il territorio nazionale con i suoi soci e attraverso le 254 sezioni e delegazioni nella promozione dell’integrazione delle persone con disabilità motorie, sensoriali, intellettive e psichiche e di tutti coloro che si trovano in condizioni di svantaggio sociale ed economico, inclusi i minori sottoposti a provvedimenti dell’autorità giudiziaria.

“Tutti a bordo con la Lega Navale, nessuno escluso” è il motto che ha unito tutte le attività della Lega Navale Italiana per il 3 dicembre. In occasione di questa giornata, le sezioni della Lega Navale Italiana hanno organizzato diverse attività di nautica solidale con le Hansa 303, imbarcazioni inclusive dalle vele colorate che consentono a tutti di vivere il contatto con l’acqua in sicurezza. La Lega Navale Italia, ad oggi, è l’associazione che possiede il maggior numero di queste derive in Italia, con 63 imbarcazioni.

Nel Lazio, le sezioni di Rieti-Lago del Turano, Lido di Ostia, Pomezia e Latina si sono unite in una giornata di vela solidale nelle acque del Lago del Turano (Rieti), con la possibilità per tutti di veleggiare su cinque imbarcazioni Hansa 303 con il supporto degli istruttori della Lega.

In Piemonte, sul Lago Maggiore, la Sezione di Arona ha inaugurato un nuovo elevatore che renderà la sede sociale pienamente accessibile. Le attività sono proseguite con il varo della nuova Hansa 303, ricevuta in comodato d’uso dal Comune di Arona e con uscite in barca a bordo delle altre derive inclusive della sezione.

Sulla sponda lombarda del Lago Maggiore, la sezione di Varese ha organizzato nella sua sede la mostra fotografica “NavighiAmo: esperienza in barca con ragazzi fragili”. La Lega Navale di Brescia-Desenzano del Garda, in collaborazione con il Centro Nautico Adriatico e il Comune di Desenzano del Garda, ha presentato presso la sua base nautica Malupa 5.0, una deriva di ultima generazione, realizzata con materiali riciclabili e a basso impatto ambientale, che rispetta i requisiti di accessibilità, flessibilità, sostenibilità, sicurezza ed inclusività. Questo nuovo prototipo di deriva, della lunghezza di 4,70 metri e larga 2,10 metri, consente di ospitare fino a 5 persone in totale sicurezza ed è adatta sia a persone normodotate che persone con disabilità.

In Sicilia, la sezione di Riposto, con il Centro Siciliano di Riabilitazione C.S.R. e il patrocinio del Comune di Riposto, ha promosso presso il Marina di Riposto un’esercitazione pratica di arte marinaresca e di educazione ambientale e un’uscita in mare sulle imbarcazioni sociali della sezione. In favore di un “mare senza barriere”, la sezione di Aci Trezza ha deciso di navigare a vela con l’associazione 20 novembre 1989.

In Sardegna, la Lega Navale di Cagliari insieme alla Sezione di Villasimius ha organizzato, presso la sede di Su Siccu, la conferenza “Gli sport nautici per persone con disabilità”, con le testimonianze di dirigenti, istruttori e atleti della Lega. A seguire, sono state svolte dimostrazioni in mare delle discipline sportive.