Search
Wednesday 21 April 2021
  • :
  • :

Mick Schumacher, nel nome del padre

“Hanno avuto fiducia in me e mi hanno messo in condizione di esprimere al meglio il mio potenziale”. Mick Schumacher, nella sua prima dichiarazione da futuro pilota della Haas F1 Team, ha voluto ringraziare tra gli altri anche la Scuderia Ferrari e la Ferrari Driver Academy.

“Ho sempre creduto che sarei riuscito a realizzare il sogno di arrivare in Formula 1 – ha aggiunto il pilota tedesco – Ringrazio tutti coloro che hanno reso possibile tutto questo e non vedo l’ora di mettermi al lavoro con la mia nuova squadra”.
Prima di potersi concentrare unicamente sulla grande avventura della Formula 1, Mick è però chiamato a concludere al meglio il campionato di Formula 2 che sta affrontando con il team Prema: il tedesco, con un round ancora da disputare – in Bahrain questo weekend, in concomitanza con la Formula 1 – guida con 14 punti di vantaggio sul compagno di accademia Callum Ilott e 43 sul russo Nikita Mazepin. Fino a questo punto nella stagione 2020 Mick ha conquistato tre vittorie e otto podi, dimostrandosi il pilota più costante del campionato.
“Siamo lieti di annunciare che Mick Schumacher farà il suo debutto in Formula 1 la prossima stagione, correndo con una squadra, la Haas F1 Team, che ha una relazione forte e ormai consolidata con la Scuderia Ferrari – ha commentato Mattia Binotto, team principal e managing director della Scuderia Ferrari – Mick è un giovane di grande talento e nel team americano avrà la possibilità di crescere in maniera graduale, supportato dalla Ferrari Driver Academy così com’è avvenuto negli ultimi anni. Il suo rapporto con Ferrari è a lungo termine e seguiremo costantemente i suoi progressi, sia come pilota che come uomo. L’arrivo di Mick in Formula 1 rappresenta un ulteriore successo di Fda come programma di crescita per giovani piloti e non vediamo l’ora di vederlo all’opera, a partire dalle prove libere del Gran Premio di Abu Dhabi e poi nel corso dello Young Driver Test in programma nella giornata del 15 dicembre”.