Search
Monday 23 May 2022
  • :
  • :

Berrettini è già nella storia

È il primo italiano della storia a centrare almeno i quarti di finale in tutti e quattro i tornei dello Slam. Ma non solo.

Con la vittoria ottenuta contro Pablo Carreno Busta, Matteo Berrettini di fatto si aggiudica anche la sesta posizione nel prossimo ranking mondiale. È un momento d’oro per il tennista romano, come fanno capire le sue parole rilasciate dopo l’ultima vittoria. “Primo italiano a raggiungere i quarti in tutti gli Slam? Non lo sapevo, me lo hanno comunicato dopo la partita e ovviamente questo dato mi fa piacere, mi riempie di orgoglio. Significa che sto combinando qualcosa di buono. Mi ha fatto sorridere pensare a quando giocavo il torneo Juniores, e il mio obiettivo era entrare un giorno nelle qualificazioni degli Slam. Onestamente non avrei mai creduto di poter realizzare tutto questo. Ho sempre visto i grandi del passato con grande rispetto, e non avrei mai immaginato di poter togliere un record a qualcuno”.
“Sapevo di dover avere pazienza – aggiunge Berrettini – era questa la parola chiave che avevamo trovato col mio team. Contro uno che gioca come Carreno Busta, per vincere bisogna avere pazienza. Ho avuto delle chance e sono volate via, un po’ per merito suo e in parte per miei errori. Ma in quei casi bisogna essere capaci di resettare e concentrarsi sul prossimo punto. Gael Monfils al prossimo turno? Senza dubbio lui è un giocatore di straordinaria esperienza, ha giocato molti match di questo livello negli Slam. Ma a queste situazioni in fondo mi ci sto abituando anche io. È vero che ha dieci anni più di me, ma fisicamente si dimostra più giovane: è in perfetta forma e corre tanto. Sarà un avversario complicato da affrontare. Ho dei bei ricordi di quando l’ho affrontato nei quarti di finale di uno Slam (era agli Us Open 2019, Matteo vinse in cinque set), speriamo di riuscire a ripetere quella bella prestazione”.