Search
Tuesday 30 November 2021
  • :
  • :

Pugilato italiano verso le Olimpiadi

Tredici  gli azzurri che hanno preso parte alle qualificazioni europee di pugilato in vista della Olimpiadi di Tokyo (8 uomini e 5 donne). Il torneo sta avendo luogo a Londra alla Copper Box Arena (14-24 marzo).

Irma Testa, superando nettamente (5-0) la svizzera Brugger, si è guadagnata il pass per gli ottavi in cui il 17 marzo se la vedrà con la russa Vorontsova, testa di serie numero 1. Sconfitta (5-0) per il 63 chilogrammi Di Lernia, battuto dall’ucraino Khartsyz. Vittoria (3-2) sul bosniaco Bosnjak per il campano Mouhiidine, che negli ottavi sfiderà il turco Ilyas. La Carini ha fatto suo l’accesso ai quarti infliggendo un 5-0 all’irlandese Desmond. Il 17 la boxer campana salirà sul ring contro la francese Sovinco con la quale si giocherà il pass per Tokyo 2020. Esordio vincente anche per l’81 chilogrammi Simone Fiori, che ha sconfitto nei 16esimi di categoria il finlandese Aliu (match interrotto per ferita di Aliu e andato ai punti: 5-0 per Fiori). Negli ottavi si troverà davanti il russo Khataev.
“Irma ha vinto – queste le parole di coach Renzini – soprattutto in virtù di una netta superiorità tecnica rispetto alla svizzera. Era un po’ contratta all’inizio del match ma si è sciolta con il passare delle riprese. Martedì sarà una bellissima sfida contro la campionessa del mondo e testa di serie numero 1 Vorontosva. Angela ha vinto con merito ma so che può fare di più, conoscendo le sue grandissime qualità”.
“Buon match – gli fa eco coach Coletta – da parte di Di Lernia, che non ha di certo demeritato. Il nostro è partito bene nella prima, vincendola con merito, mentre dalla seconda in avanti l’ucraino è riuscito a tenere meglio la distanza. Mouhiidine si è complicato la vita in un match che avrebbe dovuto stravincere, ma che alla fine ha vinto per il rotto della cuffia. Bellissima prova di Simone Fiori che è entrato convintissimo sul ring, imponendosi in tutte e tre le riprese”.
“Soddisfatta – così si è detta Irma Testa – del match e della prestazione. Conoscevo la Brugger e sono riuscita a mettere in pratica la tattica giusta per neutralizzarla. Mi sento bene e ho voglia di arrivare fino in fondo”.

“Per nulla soddisfatto – ha dichiarato Abbes Mouhiidine – di ciò che ho fatto sul ring. Sono stato sorpreso dalla sua fisicità, ma fortunatamente sono riuscito a conquistare la vittoria. So che devo fare di più per fare mio il pass per Tokyo. Darò tutto me stesso per riuscirci”.
“Peccato – così ha parlato Paolo Di Lernia – per com’è andata. Ho dato tutto quello che avevo, sacrificando forse un po’ la qualità tecnica dei colpi. C’è un po’ di rammarico perché forse avrei potuto farcela”.
“È stato un buon incontro – queste le parole di Angela Carini – contro una validissima avversaria. Ora sono a una sola vittoria dal pass olimpico e farò di tutto per conquistarlo”.
“Molto contento – queste la sensazione di Simone Fiori nel post match – per la vittoria e per aver rotto il ghiaccio. Il prossimo incontro sarà molto più duro ma darò tutto quello che ho per vincere. Mi sento in ottima forma!”.