Search
Wednesday 23 October 2019
  • :
  • :

Castellammare di Stabia, convegno sulle 28 sorgenti d’acqua candidate a patrimonio dell’Unesco

Castellammare di Stabia, convegno sulle 28 sorgenti d’acqua candidate a patrimonio dell’Unesco

 

Castellammare di Stabia, convegno sulle 28 sorgenti d’acqua candidate a patrimonio dell’Unesco.

Le 28 sorgenti d’acqua della città di Castellammare di Stabia patrimonio dell’umanità. È l’obiettivo condiviso dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Gaetano Cimmino e dalla società By Tourist di Luisa Del Sorbo, che nelle settimane scorse hanno promosso la candidatura delle fonti stabiesi a patrimonio naturale dell’Unesco. Una candidatura che ora attende il nullaosta dei competenti ministeri, primo passo verso un iter che coinvolgerà le principali istituzioni italiane ed europee.

E proprio di questo si parlerà domenica 24 marzo, nell’ambito della sesta edizione di Mediterranean Cooking Congress, la rassegna di promozione e valorizzazione turistica e culturale in programma a Castellammare di Stabia domenica 24 e lunedì 25 marzo.

Il convegno “Sorgenti di Stabia, patrimonio Unesco” aprirà di fatto i lavori nell’area meeting di via Duilio: al convegno – in programma alle ore 10 di domenica 24 marzo – interverranno tra gli altri il sindaco di Castellammare di Stabia, Gaetano Cimmino; il presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno Centrale, Pietro Spirito; il comandante della Capitaneria di porto di Castellammare di Stabia, Ivan Savarese; il presidente del Propeller Clubs, Umberto Masucci; la presidente nazionale dell’associazione MareVivo, Rosalba Giugni. Quest’ultima parlerà dell’importanza delle tutele delle nostre acque e dei mari: “Una corretta informazione su scelte responsabili e consapevoli – spiega infatti Rosalba Giugni – per recare meno danni possibili al mare vuole essere il nostro apporto a questo importante evento che vede uniti chef e gente di mare, imprenditori e ambientalisti. Non dobbiamo mai dimenticare che è necessario consumare meno per dare al mare il tempo di rigenerarsi in modo da prelevare gli interessi e non intaccare il capitale naturale”.

“Si tratta di un evento di estrema importanza per la città di Castellammare di Stabia – gli fa eco il sindaco Gaetano Cimmino – grazie al supporto della società By Tourist abbiamo avviato l’iter per la candidatura delle 28 sorgenti stabiesi a patrimonio naturale Unesco e siamo in attesa di conferma da parte dei referenti ministeriali. I prossimi 24 e 25 marzo si accenderanno i riflettori su una risorsa idrica importante per il nostro eco-sistema intervenendo in prima linea, creando una sinergia unica tra pubblico e privato, contribuendo alla tutela della risorsa mare, fondamentale per l’economia della nostra città e del Paese tutto”.

Sempre domenica 24 marzo, inoltre, appuntamento in via Duilio per una raccolta di fondi legata ai progetti ambientali promossi da Marevivo.